SPELEO CLUB CHIETI

… e chi ha detto che gli speleologi non sono acculturati?

Noi dello SCC conserviamo una rispettabilissima mole di testi a sfondo speleologico e naturalistico … Solo
che la conservavamo un po’ male … !! Per lo meno questa volta niente fango o acqua, solo polvere e
confusione, ma è il processo di necessaria “stagionatura” dei libri, no??
Ma ora basta, era decisamente arrivato il momento di dare una bella ripulita e riordinata.
Per farla breve, in tanti anni (dal 1963) si sono accumulate davvero tante riviste, notiziari, raccolte, rilievi,
bollettini, libri e tanto altro materiale cartaceo, che come sappiamo ha bisogno di una certa cura per essere
messo a disposizione di tutti, ma anche solo per renderlo davvero funzionale e utile:
serve spazio, armadi, scaffali, ma soprattutto un buon ordine logico, una collocazione precisa, un motore di
ricerca ed un servizio di prestito.
E’ a tutto questo che stiamo lavorando da un po’ di tempo, diamo una schedatura per ogni libro con tutti i
suoi dati fisici e ordinari e diamo una collocazione, gli assegniamo delle parole chiave con tutti gli argomenti
che tratta e tutte le grotte che illustra, oltre all’area geografica, in modo che la ricerca dell’interessato
possa essere precisa e sempre soddisfacente .
Sappiamo che partendo da zero, è un gran lavoro molto minuzioso, ma l’alternativa sarebbe lasciare tutta
questa cultura nell’oscurità , senza utilità, praticamente un mero “impiccio”…. e in quanto speleologi, ci
sentiamo in dovere di illuminare questa oscurità, scoprire cosa ci ha lasciato il tempo e la conoscenza e
soprattutto metterla concretamente a disposizione di tutti, badando prima di tutto a TUTELARE,
SALVAGUARDARE e CONSERVARE decentemente tutto ciò…..esattamente come facciamo per le grotte!!!!
E’ bello poter avere sempre tra le mani un manuale che spiega una particolare manovra tecnica, o dati vari
su una grotta, immagini spettacolari, itinerari e studi naturalistici.
Ci auguriamo di finire al più presto , così da fornire anche una lista di tutti i nostri volumi; per il momento
continuiamo pazientemente a riportare dati e assegnare collocazioni ed etichette.

Stefano Vannella (Equipe)

 

ASPETTI TECNICI DEL NOSTRO LAVORO

Una catalogazione efficiente e ambiziosa . . .
• L’obiettivo è, ovviamente, quello di registrare tutti i dati utili al riconoscimento dei libri o delle raccolte, ma si è voluto inserire una “marcia in più”: identificare e registrare nella schedatura tutti gli argomenti concernenti ogni singolo libro; non solo la materia, l’area geografica e la disciplina di cui tratta, ma tutti i riferimenti diretti a oggetti prettamente speleologici, ad esempio
i nomi di tutte le cavità di cui può parlare un dato manuale di itinerari speleologici etc.

 

• Il fine è di garantire al ricercatore, una grande facilità e immediatezza pur con singoli e precisi nomi, sapendo subito quali e quanti libri presenti parlano di quell’argomento o diquella grotta a cui si è interessati.

… e chi ha detto che gli speleologi non sono acculturati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *